Poesia: “Nell’intercapedine del solstizio” di D. F. Pericolosi

Nella
intercapedine
del solstizio
Nell’intercapedine del solstizio
uno sbuffo d’aria fresca si intromette
è un dolce disturbo, non smette
piove la luce dell’ombra dietro di me

ora rovescio i versi scritti
li scrivo dal basso verso l’alto
voglio raggiungere il millesimo piano
a pochi millesimi dal naso della luna

la strada mi va via, lascia una scia
dietro le auto in fila per l’infinito
ho i palmi umidi, la bocca aperta
dico strofe tanto per dire

Il cielo mi ritorna indietro rosso
il bel tempo è il luccichio nei tuoi occhi
giro la poesia sopra scritta e la metto
nell’intercapedine del solstizio

 
 
La tua impressione è preziosa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *