Poesia: “Lingue di fuoco” di Marco Boietti

Lingue di fuoco

Tra mosche e sangue
il calore
asciuga quel residuo
di saliva
nella bocca dove cerco
il fiume
della tua agonia

le fiamme del tuo equatore
mi circondano.

Fermento e sogno
anche per moribondi illuminati
da celestiali nudità.

 
Per gentile concessione di Marco Boietti

Per contattare l’autore: marco.boietti@alice.it – per vedere il sito: marcoboietti.altervista.org

La tua impressione è preziosa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *