battesimo-in-piscina

Poesia: “Battesimo in piscina” di Franco Dolcini


Battesimo
in
piscina

Arrivo a bordo vasca,
ripeto migliaia di gesti affinati,
osservo l’acquoso orizzonte
                      scelgo la mia corsia,
col piede assaggio la temperatura
la valuto accogliente,
mi immergo raccogliendomi sul fondo
                      sono tornato scimmia d’acqua,
sostenuto dall’assenza punto i piedi
e guizzo verso l’azzurro arrivo,
mi libro libero nel gentile liquido
                      ogni movimento mi è naturale,
leggero, riflessivo, sono altra specie,
il cuore canta, lo spirito è ritmato,
tocco la sponda opposta
                      è la prima vasca, dopo trenta mesi
ritorno sulle mie bracciate e incrocio sorrisi e affanni,
altri parenti anfibi sfilano
leggeri, forti, sani
                     anch’io mi sento diverso,
talmente ritrovato che mi è dolce
sentire dolore alle membra,
e nuoto, nuoto vasca dopo vasca,
                     poi, d’un tratto scoppia
dal profondo del mio petto,
parte dalla testa, irrefrenabile,
l’emozione che mi fa isolare al bordo,
                     sto singhiozzando di intima gioia, viva
una sirena sconosciuta mi chiede
se sto bene, le rispondo… sì
son lacrime di felicità represse da anni,
                     piango nascondendo il viso
anche la Sorella d’acqua s’avvicina,
oggi è Madrina e mi tiene stretto a sé
è sentimento nato dallo stesso liquido
                     oggi, è un meraviglioso Battesimo
proseguiamo a scivolare per altre vasche, nell’acqua
e nel sole che si specchia e sorride.
 
 
Lirica scritta il 29 marzo 2015
Per gentile concessione di Franco Dolcini
 
 
La tua impressione è preziosa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *