La terra cresciuta intorno a me, poesia di Dario Francesco Pericolosi


Amici della Poesia, le mie poesie sono pubblicate nella sezione “Zona Poesia Libera” assieme a quelle dei poeti ospiti. “La terra cresciuta intorno a me” è stata scritta per l’incontro con i Poeti dell’Ariete del 14 giugno 2017. (L’immagine elaborata è di mia proprietà)

La terra cresciuta intorno a me

La terra cresciuta intorno a me
ora arde come fuoco di paglia
nell’incendio del cuore

Il ceppo di fiamme incontaminate
lambisce il paese grumo disperso
in provincia dell’uomo

Salgono le lingue infuocate
a scalfire il cielo al tramonto
anch’io brucio di passione

Si levano voci umane
anche le grida dal sottobosco
dove si spegne la fiamma della speranza

Da tempo la combustione
domina i miei occhi adesso cosa spengo
se tutto è già spento?
Continua la lettura di


La terra cresciuta intorno a me, poesia di Dario Francesco Pericolosi


Incolpevoli, poesia di Marco Boietti


Zona Poesia Libera è una rubrica speciale dedicata alle poesie degli amici poeti. Ringrazio Marco Boietti, poeta e scrittore di Milano, per la sua lirica “Incolpevoli”. (L’immagine elaborata è di mia proprietà)

Incolpevoli

Erano stati condannati
quei versi
molto tempo prima
del verdetto
ma l’eccidio del cuore
dello spirito
dei pensieri vivi e di quelli
nati morti
li aveva resi incolpevoli.
Continua la lettura di


Incolpevoli, poesia di Marco Boietti


Una chioma di fiamme, poesia di Luana Gambini


Zona Poesia Libera è una rubrica speciale dedicata alle poesie degli amici poeti. Ringrazio Luana Gambini, poetessa di San Benedetto del Tronto (AP), per la sua lirica “Una chioma di fiamme”. (L’immagine elaborata è di mia proprietà)

Luana coltiva la passione per la poesia da diversi anni. Ha partecipato a numerosi concorsi nazionali, ricevendo riconoscimenti e segnalazioni di merito.

I suoi componimenti poetici sono stati pubblicati in antologie di varie case editrici; gli ultimi sono in un volume antologico del Concorso “Premio Internazionale Mario Luzi”.

Di seguito la sua lirica Una chioma di fiamme scritta per ricordare il rogo avvenuto il 7 giugno 1981 allo stadio “Ballarin” che sconvolse la sua città e in cui si spensero due giovani vite.

Una chioma di fiamme

Una chioma di fiamme,
una ciurma truce di lingue mobili

avvinghiano e straziano corpi (quelli di Carla e di M.Teresa)
imbrigliati sui gradoni del 7 giugno 1981.
Strappo d’arsi carni nell’ebro ventre,
in un dolore senza urlo.
E’ un’insaziata perdita, un illacrimato spasmo.

Bandiere rosso e blu come effigie d’un muto silenzio,
abbarbicate sull’insensatezza d’un dramma.

Nel grumo d’aria illividito
stillante brandelli d’ombre,
l’agone s’avvia sotto a un calcinato cielo,
inerte sopra alla straziata pietra d’innegabile arcaicità,
sopra a quel vuoto di fanciullezza.

Smessi sono i rulli dei tamburi
sugli impietriti cornicioni, orbati d’un acerbo sorriso.

* * *

Per gentile concessione di Luana Gambini

* * *

Il tuo commento è gradito, grazie.


Festa della Repubblica con l’ebook di Florenza Carsi


È così che Florenza Carsi introduce se stessa ed il suo romanzo La Stagione Delle Mutande, il primo e-book curato da Odissea: un originale omaggio alle libertà personali, alle radici politiche della Repubblica italiana, alla “democrazia attillata”.

Un divertente intreccio tra l’indole libertaria e le idealità illuministe che animano una brillante e bella ragazza in carriera. Una logica lucidissima, solo apparentemente disorganica e leggera, vissuta sui social durante un anno davvero particolare: il 1848.
Continua la lettura di


Festa della Repubblica con l’ebook di Florenza Carsi


Spezie di maggio, poesia di Dario Francesco Pericolosi


Amici della Poesia, le mie poesie sono pubblicate nella sezione “Zona Poesia Libera” assieme a quelle dei poeti ospiti. “Spezie di maggio” è stata scritta per l’incontro di mercoledì 17 maggio con il gruppo poesia “I Poeti dell’Ariete”.

Ho condito il mese di maggio
con le spezie della serenità

cicale e maggiolini sono pronti
per uscire con spazio e tempo

sale l’odore della terra
fino alle radici della mente

oggi omaggio al mese
domani estate con la poesia

aggiungo aromi di amicizia
nell’insalata di pasta

la pioggia di fusilli nel piatto
fa salire la fragranza delle cose
che per tatto e olfatto
sono un romanzo di rose

E adesso mi siedo sotto l’albero
genealogico dei miei ricordi
quando ho conosciuto l’amore vero
in un giorno di maggio

Queste sono le mie spezie
Continua la lettura di


Spezie di maggio, poesia di Dario Francesco Pericolosi