“Il volto lontano” di Silvio Aman


“Zona Poesia Libera” è una rubrica speciale dedicata alle poesie degli amici poeti. Ringrazio Silvio Aman, poeta milanese, per la sua lirica “Il volto lontano”. (L’immagine elaborata è di mia proprietà)

Il volto lontano

Nell’incubo marino
l’isola ondosa ha sembiante di donna,
forse la Venere antica, non sa…
Ma dalla lunga chioma
– il mare è una sirena –
avverte ambiguamente da lontano
una presenza infida,
ombre di felci inique…
un senso infame di fatalità
dove si sente pian piano svanire
e forse anche morire.
Solo laggiù, dove il vento è notturno
e la bellezza è sterile,
lo scalda un volto puro.

* * *

Per gentile concessione di Silvio Aman

* * *

Il tuo commento è gradito, grazie.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *