Tutti gli articoli di Dario


Sole primadonna, poesia di Dario Francesco Pericolosi


Amici della Poesia, le mie poesie sono pubblicate nella sezione “Zona Poesia Libera” assieme a quelle dei poeti ospiti. “Sole primadonna” è stata scritta in occasione dell’incontro con i Poeti dell’Ariete del mese di gennaio 2017. (L’immagine elaborata è di mia proprietà)

Sole primadonna

Saliva le scale della città
avvolto nel cappotto irto di pelli.

Aveva l’odore dell’aglio e
delle cose forti come braccia,
tagliava l’aria con i raggi appuntiti:
era un sole di prima scelta, biondo,
gonfio di selfie,
una creatura notturna che incontrava
la luce dei miei spenti occhi.

Accendevo la lampada vicino
alla finestra per schiarirmi le idee:
quell’astro sembrava una primadonna!
Tagliente il chiaro viso ritagliato
nell’azzurro sorprendente
del cielo metropolitano di solito opaco.

La stella pendeva dalle mie labbra,
raccolsi la polvere di Hollywood
e la misi in un ipotetico romanzo.

Ti ho invitato a casa mia
tra due guanciali di luna,
gli spaghetti arrivarono al pettine,
i nodi non li contavo più,
pasta, pomodoro, aglio, peperoncino, olio, sale,
un pizzico di lussuria, tutto finì in padella.

Un colabrodo di parole calde
uscì dalla tua radiosa bocca
tra i fumi invernali.
Continua la lettura di


Sole primadonna, poesia di Dario Francesco Pericolosi


La soglia del mito, poesia di Marco Boietti


Zona Poesia Libera è una rubrica speciale dedicata alle poesie degli amici poeti. Ringrazio Marco Boietti, poeta e scrittore di Milano, per la sua lirica “La soglia del mito”. (Nella foto Marco Boietti. L’immagine elaborata è di mia proprietà)

La soglia del mito

Sotto l’albero di porpora gocce
di rugiada
scoprono braccia magre
e il seno
e il volto.
Con briciole di sole, la luce
asciuga
quel parto di bellezza.
Fragile il fi lo senza colore
regala
di tanto in tanto occhi
d’alloro.
Continua la lettura di


La soglia del mito, poesia di Marco Boietti


Paso Doble, libro di Marco Boietti

libri-paso-doble-marco-boietti-2016

Il volume di poesie uscito dalla mente geniale di Marco Boietti vede protagonisti “io e l’altro” in un confronto avvinghiato come i due ballerini del paso doble.

Di Boietti, poeta milanese di notevole spessore, ormai non si contano i riconoscimenti per le sue liriche con un design ricercato della parola, una creatività pulsante come il cuore che mette ogni volta sul pezzo.

Paso Doble è impaginato con i testi a fronte in carattere corsivo che costringe il lettore a una doppia lettura: io e l’altro, l’uomo e la sua ombra, lo scontro-incontro tra due anime sempre in ballo. Continua la lettura di


Paso Doble, libro di Marco Boietti


Viaggio nella storia della poesia italiana, libro di Dario Francesco Pericolosi


Come Goethe nel suo viaggio in Italia alla scoperta delle bellezze naturali della penisola, così io ho fatto andando alla scoperta delle bellezze della poesia italiana.

Questo viaggio alla guida di un tir era un progetto che avevo in mente da tanto tempo. Ora il sogno si è realizzato e ho deciso di pubblicarlo online. Viaggio nella storia della poesia italiana comincia in un giorno lontano, all’alba della poesia nella penisola italiana.

Dal Duecento ai giorni nostri è un susseguirsi di tappe e appuntamenti con gli autori, da Sordello da Goito all’Alda Merini, che hanno fatto la storia della nostra amata poesia. Il motivo della scelta di un mezzo di trasporto come l’autotreno non è casuale, bensì per la grande stima che ho sempre avuto per questi navigatori instancabili alla guida dei “giganti della strada” su e giù per l’Italia a trasportare merci, rischiando a volte anche la vita. Continua la lettura di


Viaggio nella storia della poesia italiana, libro di Dario Francesco Pericolosi


Ho la città appallottolata, poesia di Dario Francesco Pericolosi


Amici della Poesia, le mie poesie sono pubblicate nella sezione “Zona Poesia Libera” assieme a quelle dei poeti ospiti. “Ho la città appallottolata” è stata scritta nel 2004. (L’immagine elaborata è di mia proprietà.)

Ho la città appallottolata

Ho la città appallottolata
attorno agli occhi
una benda di nebbia
mi fa ipotizzare altre realtà
oltre la cortina. Forse si tratta
di una megalopoli di faggi.
Continua la lettura di


Ho la città appallottolata, poesia di Dario Francesco Pericolosi