Tutti gli articoli di Dario

Vanna: auguri a una donna infinita

ritratti-di-vanna

Vanna Botta Della Casa, artista milanese di orgini bresciane, compie la bellezza di novantacinque anni. Comunque sia, la vita gli ha fatto un bel regalo. Ancora oggi Vanna è una donna instancabile. Infinita. Anche una bella donna sotto tutti gli aspetti, perfino un signore come Federico Fellini, che l’aveva conosciuta, ne era rimasto conquistato.

Mi lega a lei un’amicizia sincera e costruttiva. Pittrice e scrittrice autodidatta, ha allestito mostre personali a Milano, Brescia e Pavia. La più recente, nel novembre 2015 presso la Galleria Velasquez di Milano, con una antologica di settanta quadri.

Ha pubblicato: Vite in sospeso (racconti in staffetta con la madre Augusta); Vivere di versi (poesie, 1999 e nuova edizione revisionata nel 2014); I casi della vita (racconti, 2007 e nuova edizione revisionata nel 2015); Pulcini, galletti e galli (racconto per i bambini, 2014); Vita degli oggetti (poesie, 2016). Per conoscere l’artista: www.vannabotta.wordpress.com (Nella foto: tre fotoritratti di Vanna)

La tua impressione è preziosa

Primo premio a “La memoria e i suoi volti” di Annitta Di Mineo

annitta-di-mineo-premiata

Concorso
di poesia
“Cardinal
Branda
Castiglioni”
Annitta Di Mineo, poetessa gallaratese di origine siciliana, il 10 luglio 2016 a Castiglione Olona si è classificata Prima per la sezione di volume edito La memoria e i suoi volti dell’8a Edizione del Concorso Nazionale di poesia “Cardinal Branda Castiglioni” organizzato dall’Associazione Masolino da Panicale.
Nel cortile del Palazzo Branda Castiglioni, alla presenza del Sindaco Emanuele Poertti, dell’Assessore alla cultura Graziella Magnoni, del Presidente della Pro Loco Roberto Cristoforetti di Castiglione Olona, del Presidente di Giuria Lisa Romanò, del giurato Luigi Giurdanella e del Presidente Michele Piacenza dell’Associazione Masolino da Panicale, la poetessa  Annitta Di Mineo ha ricevuto il Primo Premio del libro edito La memoria e i suoi volti pubblicato da Dornetti Editore con la seguente motivazione da parte della Giuria.    
La memoria poetica permette la rivelazione del passato. Poesia che potrebbe essere definita fusione di pensiero e memoria, a volte talmente inestricabili che diventa arduo separare i due processi. Vitale il legame dell’autrice con il paese d’origine, la Sicilia, ma c’è un grande amore per le atmosfere tutte lombarde. una poesia che si nutre anche di tematiche contemporanee con una perfetta aderenza alle problematiche dei nostri tempi. La voce della memoria, così, diventa sapienza. L’autrice, privilegiando la sintesi, riduce il linguaggio all’essenziale.

Per gentile concessione di Annitta Di Mineo
 
 
La tua impressione è preziosa