“Utopia” di Davide Uria

Zona Poesia Libera è una rubrica speciale dedicata alle poesie degli amici poeti. Ringrazio il nuovo entrato Davide Uria, poeta di Trani, per la sua lirica inedita “Utopia”. (Immagine di proprietà del blog Calcio alla Poesia)

Utopia

Se fossi stella,
potrei starmene
sospeso
tra le altre stelle,
a disegnare
costellazioni,
nel blu profondo
della notte.

Se fossi astro,
potrei splendere
nel cielo
e dall’alto resterei
a guardare,
accarezzando
l’aria.

E invece
sono carne
livida
da macello.

Resto quaggiù
a mirare le stelle,
tra le cose
terrene,
tra la polvere
e i rovi.

* * *

Per gentile concessione di Davide Uria

NOTA BIOBIBLIOGRAFICA

Davide Uria è nato nel 1987 a Trani. Si è laureato in Pittura presso l’Accademia di Belle Arti di Bari. Nel 2005 si è classificato al terzo posto nella categoria Giovani del Concorso Nazionale di Poesia “Segni d’appartenenza”. Ha collaborato con l’ufficio stampa del Mart di Rovereto (TN) e come cultore della materia presso l’Accademia di Belle Arti di Bari. Scrive e realizza illustrazioni. Trame d’assenza è la sua prima pubblicazione (Augh! Edizioni, 2017).

Commenti disattivati sul sito. Per tua comodità, scrivi il commento sulla pagina Facebook di Calcio alla Poesia. Grazie.

Potrebbero interessarti anche...