“Panacea. Al di là dell’abisso”, libro di Davide Uria e Mariateresa Quercia


Amici di Calcio alla Poesia, vi presento Panacea. Al di là dell’abisso, l’opera di disegni e poesie di Davide Uria e Mariateresa Quercia (Piattaforma di Self-Publishing Amazon KDP, 2020). Tengo a sottolineare che  Panacea. Al di là dell’abisso è un editorial project sviluppato dai due autori durante l’emergenza umanitaria #IoRestoACasa per il COVID-19 che ha colpito il mondo intero.
Ringrazio Davide Uria, già “Poeta ospite” del blog, e Mariateresa Quercia, illustratrice, per il permesso di presentare sul blog il loro volumetto. (Nell’immagine una illustrazione di Mariateresa Quercia e la copertina del libro)

Il testo nasce dal desiderio di provare a raccontare, attraverso disegni e parole, la quotidianità, gli stati d’animo, le paure e le angosce vissute ai tempi del Coronavirus. Un evento che ha stravolto la vita di tutti gli esseri umani, rendendoli consapevoli della propria vulnerabilità e anche della propria condizione di precarietà.
Le poesie e le immagini, contenute in questo libro, sono il riflesso di questa situazione: le ore che non passano, la gente imbavagliata, nessuno che chiacchiera, che si abbraccia, nessuna stretta di mano, silenzi. Ma sono anche versi e illustrazioni di speranza, che guardano oltre questo momento così complicato, al di là dell’abisso, appunto.
Il titolo del progetto si riferisce a Panacea, personaggio della mitologia greca, dea e personificazione della “guarigione universale e onnipotente”. Si diceva, infatti, che Panacea avesse una pozione con cui poteva curare tutti i malati. La parola è utilizzata, oggi, per indicare qualcosa in grado di risolvere un problema molto complicato.

Panacea. Al di là dell’abisso è disponibile su Amazon in versione ebook e cartacea. Clicca su link.

Una poesia tratta dal libro

Vorrei volare
ma non posso,
non ho ali
e quattro mura
restano sempre
quattro mura.

Ti saluto
dalla mia finestra,
ed è tutto quello
che posso fare.

E’ come finire
in trappola
in una ragnatela
dove le mie parole
diventano fili
che misurano
la distanza
tra me, te,
e il mondo.

* * *

Per gentile concessione di Davide Uria e Mariateresa Quercia

NOTA BIOBIBLIOGRAFICA DEGLI AUTORI

Mariateresa Quercia è nata nel 1990 a Trani e vive a Corato. Ha conseguito la laurea e la specializzazione in Arti Visive all’Accademia di Belle Arti di Bari e si occupa di illustrazione e di impaginazione editoriale. Nel 2020 ha pubblicato Appunti di trincea, edito da Tempra Edizioni.

Davide Uria è nato nel 1987 a Trani. Si è laureato in Pittura presso l’Accademia di Belle Arti di Bari. Scrive e realizza illustrazioni. Nel 2017 ha pubblicato Trame d’assenza, la sua prima silloge poetica con Augh! Edizioni.

Commenti disattivati sul sito. Per tua comodità, scrivi il commento sulla pagina Facebook di Calcio alla Poesia. Grazie.

Potrebbero interessarti anche...